laboratorio con Boris Bakal

LABORATORIO APERTO PER ATTORI CON BORIS BAKAL 

Dal 15 al 19 maggio 2018 presso il SSG _ Teatro Stabile Sloveno di Trieste si terrà un laboratorio dal titolo “Rapporti incestuosi tra attori e pubblico, drammaturgia porosa e testo” che ha lo scopo di arricchire ulteriormente il progetto “Quello che conta sono i soldi” con degli attori sloveni, con una discreta conoscenza dell’italiano, per presentare al pubblico il metodo di lavoro (creazione collettiva) sotto la guida di Boris Bakal.
Come parte di questo workshop/laboratorio, i partecipanti esploreranno vari metodi di porosità e interazione e tenteranno di applicare l’esperienza acquisita per i loro progetti singoli, la preparazione del progetto “Quello che conta sono i soldi”, la performance e la scrittura, creando varie situazioni/soluzioni ridicole e inattese. La drammaturgia in questo caso investiga l’atto (la capacità) di controllare il dramma (l’azione) di una performance teatrale e di uno svolgimento di performance. La drammaturgia è (anche) una caduta libera di significato sul centimetro cubo del tempo, che include spazio, movimento, storia/storie e uno o più agenti che innescano il cambiamento ovvero la porosità tra attore e attore, attore e il testo, attori e pubblico.

Chi potrebbe controllare il dramma, l’azione o il corso degli eventi all’interno di una performance?

Il drammaturgo o il regista, o gli attori, o forse una luce, o una musica particolare, o forse un testo?

Chi fa che cosa e quale è il ruolo del pubblico?

C’è qualche pubblico? Per che cosa? Per chi?

Chi sta guardando cosa o chi?

Per informazioni o per iscrivervi al laboratorio scrivete a: info@mamarogi.org